Translate

martedì 23 maggio 2017

Salvini e Santini due anime in un nocciolo

“Punire chi fa l’elemosina” questa è la proposta choc di Santini ad un recente dibattito. Che l’accattonaggio molesto debba essere contenuto soprattutto nei pressi dei parcheggi a pagamento è anche la posizione della nostra Lista “Buonriposi-Rinascimento sia” che si rifà al bello di Vittorio Sgarbi. Farlo perseguendo chi dona volontariamente una elemosina fa il paio con la proposta di Salvini delle ruspe per i campi nomadi. L’accattonaggio molesto si deve contenere con una maggiore e migliore vigilanza e controllo dei Vigili Urbani e delle forze dell’ordine. Ormai  Santini è sempre più vicino a Salvini e al suo estremismo. Punire gli atti di misericordia è atroce come risolvere con la ruspa il problema dei campi Rom. Per questi ultimi va preso atto che una parte di essi è ormai residente da molti anni a Lucca e che quindi l’integrazione è ormai l’unica strada per smantellare tali campi, sistemando man mano le famiglie in strutture fisse, pretendendo l’obbligo scolastico per i figli e il rispetto delle regole e delle leggi per tutti. Per i veri Nomadi, quelli che sono in transito e poi ripartono si devono applicare le disposizioni di legge che valgono per i turisti in arrivo a Lucca e che, sia che soggiornino in un campeggio o in un Hotel a 4 stelle, debbono consegnare all’arrivo un documento di identità che deve essere trasmesso alla Questura. Ugualmente deve essere fatto per i Rom in arrivo, attraverso un controllo scrupoloso e giornaliero dei nuovi arrivi, in maniera che la Questura possa valutare, come fa per i turisti, l’identità di chi soggiorna per qualche giorno da noi ai fini della sicurezza. Prevenire, educare,  aumentare il controllo del territorio, applicare fermamente le leggi, che invero ci sono, anche da parte della Magistratura, sono gli strumenti idonei per migliorare la sicurezza del cittadino: predicare l’odio, la discriminazione, il razzismo è odioso, oltre che pericoloso per risolvere il problema della sicurezza. 


Nessun commento:

Posta un commento